Amministratori di condominio

Prova subito il servizio di Legal24

Recupero crediti condominio: guida pratica per Amministratori

Il mancato pagamento delle spese condominiali è un problema che affligge oltre l’80% dei condomini Italiani.  Ai sensi dell’art. 1123 del Codice Civile, ogni condomino ha il dovere di contribuire alle spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell’edificio. Viene definito condomino moroso colui che viene meno a tale dovere, in quanto debitore verso il proprio condominio.

Come si deve comportare l’amministratore che deve far fronte agli oneri condominiali non pagati? Quali sono gli strumenti che la legge offre in soluzione di tale problematica?

La Riforma del Condominio (Legge 220/2012) attribuisce all’amministratore l’obbligo di attivarsi per la riscossione entro sei mesi dalla chiusura dell’esercizio nel quale il credito esigibile è compreso. L’atto monitorio dovrà essere preceduto da due lettere di sollecito ma – una volta decorso il termine concesso – si dovrà procedere con il depositare il Decreto Ingiuntivo.

Se l’amministratore non dovesse agire per tempo è passibile di azione di responsabilità ed eventuale risarcimento del danno, oltre ovviamente alla revoca dell’incarico.

La soluzione innovativa di Legal24

Per semplificare l’iter a carico degli amministratori di condominio alle prese con condomini morosi, Legal24 ha creato una piattaforma digitale per la gestione automatizzata H24 delle pratiche di recupero crediti, riducendo drasticamente i costi per la gestione dell’iter di legge, sino a recupero morosità effettuato.

Un servizio online che mette in relazione gli studi di amministrazione con i migliori avvocati sul territorio nazionale, velocizzando e snellendo l’intero processo.

Come funziona Legal24 per Amministratori di condominio

Attraverso la piattaforma, l’Amministratore può attivare gratuitamente un proprio profilo per gestire direttamente i contenziosi dei singoli condomini.

Previo inserimento dei dati necessari riguardanti l’inquilino moroso, sarà immediatamente disponibile la prima lettera di sollecito che verrà inviata all’avvocato attivo tra il network di Legal24 che copre il territorio nazionale. Entro 24 ore, tale la lettera sarà validata, prodotta in via telematica e successivamente inviata all’inquilino moroso (tramite PEC se inserita precedentemente o tramite raccomandata).

Se il debito verso il condominio non viene ripagato entro gli 8 giorni successivi, il sistema metterà a disposizione una seconda lettera di sollecito e, nel caso in cui anche quest’ultima non dovesse sortire effetto, l’amministratore sarà legittimato a richiedere un Decreto Ingiuntivo che verrà immediatamente prodotto dal sistema e inviato dall’avvocato di riferimento presso i tribunali che hanno attivato il processo telematico (in questo caso è lo stesso avvocato ad anticipare le spese fino all’ottenimento del titolo esecutivo). Nel caso in cui il tribunale di riferimento non disponesse ancora del processo telematico, l’avvocato convenzionato potrà richiedere l’anticipazione dei costi necessari all’attivazione del procedimento.

Qualora il proprietario – entro i 30 giorni successivi – dovesse venir meno al pagamento di quanto stabilito dal tribunale, è ad appannaggio dell’amministratore decidere se avvalersi dell’avvocato che ha gestito la prima fase del procedimento anche per il recupero forzoso delle somme dovute, in caso contrario potrà liberamente rivolgersi a un altro legale, procedendo al saldo degli importi dovuti all’avvocato di prime cure.

Legal24 guida e segue con attenzione l’amministratore di condominio per tutta la durata del processo volto al conseguimento del Decreto Ingiuntivo avvalendosi di legali convenzionati, il tutto con costi estremamente contenuti.

1a Lettera di sollecito

Registrati online, inserisci i dati dell'inquilino moroso e in pochi click un nostro Avvocato invierà la 1a Lettera di sollecito.

2a Lettera di sollecito

In caso di mancato pagamento, trascorsi 8 giorni dalla ricezione l'Avvocato invierà una 2a Lettera di sollecito all'inquilino moroso.

Decreto Ingiuntivo

Qualora le lettere di sollecito non ottengano effetti, l'Avvocato di Legal24 (o un proprio avvocato di fiducia) invierà il Decreto Ingiuntivo.

Download

Scarica la presentazione per ulteriori
informazioni sulla piattaforma

Parlano di noi