Avvocati

Attiva subito il servizio di Legal24

Il ruolo dell’avvocato nel recupero crediti immobiliari

Secondo le statistiche dell’ANACI (Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari), la morosità in condominio sta diventando un problema colossale in Italia, tanto che nelle grandi città i condomini in ritardo nei pagamenti sono ormai il 22% del totale, percentuale in forte aumento.

È compito dell’avvocato intercettare la domanda del privato, il quale a fronte di situazioni complesse si trova disorientato sul corretto iter legale da seguire per far fronte alla riscossione dei crediti immobiliari. Dovrà, inoltre, accompagnarlo in tutte le fasi del recupero credito, a partire quella preliminare fino alla richiesta del decreto ingiuntivo.

Sei un avvocato con comprovata esperienza nel settore del recupero crediti immobiliari e vuoi intercettare l’esigenza dei privati mettendo a loro disposizione le tue competenze? Sei interessato a velocizzare le procedure propedeutiche alla riscossione dei crediti con un beneficio in termini di tempi e costi? Legal24 è il servizio che fa per te!

La soluzione innovativa di Legal24

Per l’avvocato, aderire alla piattaforma Legal24 vuol dire usufruire di un potente strumento di ottimizzazione delle procedure interne di gestione dei recuperi crediti, ottenere la possibilità di abbattere drasticamente i tempi di intervento e di controllo e aggiungere visibilità al proprio lavoro tramite una dedicata campagna di informazione.

Come funziona Legal24 per gli avvocati

Legal24 digitalizza e automatizza l’intero processo di interscambio informativo tra cliente e avvocato.

In piena autonomia, i proprietari immobiliari o gli amministratori di condominio possono infatti richiedere online l’attivazione dell’iter, inserendo tutti i dati dei debitori e tutti i documenti necessari a comprovare in maniera certa il proprio credito.

Basta un semplice click e il legale può emettere e inviare la prima e successivamente la seconda lettera di sollecito. Qualora le prime due lettere non andassero a buon fine, su semplice richiesta online da parte del proprietario o dell’amministratore, il sistema predisporrà l’atto di Decreto Ingiuntivo completo di tutti i dati e degli allegati necessari che verrà inviato in bozza all’avvocato al fine di velocizzare l’inoltro telematico dello stesso.

All’ottenimento del Decreto Ingiuntivo il creditore sarà tenuto a saldare i compensi stabiliti dal giudice entro 30 giorni.

Abbiamo stimato che l’intero processo gestito tramite Legal24, di una pratica di Decreto Ingiuntivo potrà essere amministrata dall’avvocato in un tempo medio che varia dai 90 ai 120 minuti.

Tenuto conto quindi degli standard previsti e normalmente liquidati dai giudici, il sistema permetterà agli avvocati di ottenere non solo un buon profitto ma soprattutto una elevata marginalità tra ricavi e costi dalla gestione di queste pratiche, oggi difficilmente garantita per effetto del tempo dedicato all’incontro con il cliente, alla predisposizione delle pratiche e alla gestione dell’intero processo.

1a Lettera di sollecito

Registrati, accetta l'incarico, controlla la documentazione fornita del committente e invia la 1a Lettera di sollecito.

2a Lettera di sollecito

In caso di mancato pagamento, trascorsi 8 giorni dalla ricezione sarà pronta per l'invio una 2a Lettera di sollecito al pagamento.

Decreto Ingiuntivo

In caso di necessità, il committente potrà richiederti l'invio del Decreto Ingiuntivo, che sarà già stato predisposto in piattaforma.

Download

Scarica la presentazione per ulteriori
informazioni sulla piattaforma

Parlano di noi